La proverbiale avarizia dei Genovesi. Un Genovese - Furboni



La proverbiale avarizia dei Genovesi.
Un Genovese di oltre sessant'anni,convola a nozze con una splendida trentenne.Finita la cerimonia,vanno al ristorante dove hanno fatto preparare un suntuoso pranzo, e successivamente,la festa prosegue con musica, balli e....discrete bevute. Finita la festa,la coppia salutati gli invitati fa ritorno a casa.La sposina trepidante, si prepara alla prima notte di nozze e si mette sotto le coperte,in attesa del(maritino). Il novello sposo non si fa attendere,si mette sotto le lenzuola e....si gira dalla parte opposta ed inizia a dormire.La sposina non sapendo come fare,scuote dolcemente il marito ed in dialetto Genovese le dice..<Uei Gigi' garda che son sensa muande.(Gigi, guarda che son senza mutande)IL Marito nel dormiveglia risponde...<Ho Luisin, nun incuminscia,a farme spende le palanche è!>
(Luigina non incominciare a farmi spendere soldi)
 



CONNESSI

Tutela della privacy |
© 2008-2015 risata.